BRECCIA…perché?  Senso del nome
Versione per la stampa

Breccia è un parola del linguaggio militare impiegata dalla Scrittura per indicare l'apertura delle mura a seguito di un'azione intraprendente. È impiegata per descrivere l'irruzione all'interno delle cinte murarie al fine di penetrarne le difese in vista della resa (Geremia 39,2). Talvolta è usata per illustrare l'azione di Dio verso i suoi figli (Giobbe 16,14). In senso negativo, è usata dai profeti per mettere in guardia il popolo dal farsi conquistare da pratiche idolatriche (Isaia 30,13). Esse iniziano sempre in modo non vistoso, per poi tendere ad estendere la loro influenza malvagia e rovinare la vita intera. Ovviamente, Breccia di Roma si rifà al senso biblico di apertura di una porta per l'annuncio dell'evangelo (Colossesi 4,3).

Breccia è una parola che appartiene alla memoria storica della nazione italiana. Il XX settembre 1870, i bersaglieri dell'esercito italiano furono protagonisti della Breccia di Porta Pia che sancì il ridimensionamento territoriale dello stato pontificio. Simbolicamente, la memoria della Breccia di Porta Pia richiama la denuncia del potere temporale delle chiese e l'impegno per un Paese libero e plurale.

Missione
La Chiesa evangelica Breccia di Roma esiste per glorificare Dio Padre, Figlio e Spirito Santo, vivendo l'evangelo di Gesù Cristo come comunità di discepoli e servendo la città di Roma (e tramite essa l'Italia) in modo regale (Leggi la predicazione - formato .pdf), sacerdotale (Leggi la predicazione - formato .pdf) e profetico (Leggi la predicazione - formato .pdf) affinché la Parola di Dio faccia breccia per trasformarla.

Lo scopo principale è … la gloria di Dio uno e trino

Il centro propulsore è … l'evangelo di Gesù Cristo

La famiglia protagonista è … una chiesa confessante di discepoli

I raggi dell'azione sono

  • … un servizio regale per incoraggiare l'esercizio della responsabilità
  • … un servizio sacerdotale per benedire il prossimo e la città
  • … un servizio profetico per annunciare la Parola di Dio

I confini “glocal” sono … la città di Roma e la nazione italiana

La speranza finale è … la trasformazione personale, famigliare, spirituale, sociale, culturale secondo la Parola di Dio.

Mappa del sito …